Il Modello Polisegnico

“Il Modello Polisegnico mette al centro del processo non la matrice  psicologica, ma quella artistica come trampolino per arrivare a comprendere il mondo interiore e relazionale del paziente (…).

Punto di partenza per comprendere questo modello è accettare che l’arte non sia un fenomeno unico e irripetibile del quale non si riesce a cogliere razionalmente l’essenza, ma che sia un oggetto strutturato di cui si può comprendere il meccanismo di funzionamento interno, accettare in altre parole che l’arte abbia lo stesso statuto, regole e “grammatica” del linguaggio (…)”.

(Modello Polisegnico di  Achille De Gregorio in Arti terapie: i fondamenti teorici, a c. di Palazzi C., Taverna A., Tirrenia Stampatori, Torino, 2000)